Tag: Feed RSS

Leave a reply

I blog? compiono 20 anni!

La data di oggi è stata omologata come quella in cui cade la nascita dei blog. Il primo blog della fu Scripting News di Dave Winer (lo sviluppatore di Fargo nonché colui che contribuì ad inventare il sistema dei feed RSS) che, guarda caso, già nel 1994 aveva le idee chiare scrivendo questo pezzo:Bill Gates contro Internet Proprio in tema con Freenix, ah ah!

Secondo il mio parere di modesto blogger, lo strumento blog sarebbe ancora valido, ma i tempi e le persone sono cambiate.

A dover capire questo deve essere chi scrive, in quanto chi legge lo ha già capito da tempo.

La sensazione di tutte le persone è di avere meno tempo a disposizione, mentre le pagine da leggere sono in aumento: facile capire come andrà a finire…

Quindi considero i blog ormai superflui? Giammai, non sarei coerente con me stesso e con i miei lettori.

Pensiamo a quei paesi in cui le informazioni libere raggiungono le persone comuni passando dai blog come unica via percorribile.

Quello che voglio dire è che non ci si può meravigliare, come invece vedo fare molte volte, che le persone non leggano gli articoli.

Ci si deve già considerare onorati delle visite: che tutti leggano e capiscano gli articoli è veramente utopia!

Del resto, molti contenuti presenti nei blog potrebbero benissimo stare in una semplice pagina Facebook, che io ritengo il principale avversario dei blog.

Un esempio per chiarire il mio ragionamento: mi piace uno scrittore, Paolo Longarini che ha sia un blog che una pagina fb ( Servitevi da Soli) in cui scrive ogni paio di giorni i suoi pezzi.

Dove pensate che lo segua? Su Facebook! Molto più immediato: notifica della nuova uscita, commenti al pezzo e via. Ma che dire se scrivesse  nel blog e postasse solo il link in fb? Sarei costretto, volentieri, a leggere il blog.

Ecco il punto: la strategia! Che naturalmente, richiede di avere obbiettivi ben chiari in mente. Quale dovrebbe essere l’obbiettivo di un blog? Al giorno d’oggi  una risposta unica non c’è, ma chiaramente, chi vuole farsi un brand scriverà diversamente da chi vuole informare dei suoi servizi o prodotti. A chi poi vorrebbe guadagnare con i click…  auguro le migliori fortune!

Quindi si deduce che, perché un blog abbia buon seguito, deve avere caratteristiche veramente spiccate, ma anche offrire dei servizi per il lettore. Questi possono essere canali Youtube guide, manuali pdf, link ad articoli utili(non è che i lettori aprono solo la nostra di pagina) oppure, niente di tutto questo, ma argomenti attuali, dai contenuti affidabili e che siano utili a chi legge. Facile a dirsi e difficile a farsi, ma questo deve essere la base di ogni blogger che voglia crearsi un seguito di lettori. Anche se questa ricerca della verità e dell’accuratezza andasse  a discapito della frequenza di pubblicazione, sarebbe comunque da preferire.

In conclusione ritengo che il blog dimostri tutti i suoi 20 anni, ma che noi blogger possiamo tenere fresco il nostro prodotto  sfornando pagine attuali, utili ai lettori e che rispecchino l’autore.




Leave a reply

Eccovi i Feed RSS

Da oggi sono disponibili i Feed RSS di questo sito/blog.

Vi ricordo che gli RSS sono stati inventati da Aaron Swartz, un personaggio da ricordare per molte tecnologie libere che ha inventato.
(altro…)




Leave a reply

The Internet Own’s Boy, The Story of Aaron Swartz – SUB ITA

Prima parlavamo di Aaron Swartz, un personaggio da ricordare, purtroppo morto suicida nel 2013.

Nel 2014 è stato realizzato un documentario in sua memoria da Brian Knappenberger, e rilasciato sotto licenza Creative Commons.

L’ironia della sorte ha voluto che all’inizio della sua pubblicazione su YouTube è stato rimosso per violazione dei copyright senza notare che il video poteva legalmente circolare per la rete.

Purtroppo io possiedo solo due copie di questo documentario, quello in lingua originale e quello sottotitolato in italiano.
(altro…)




Leave a reply

SEO #00 – Introduzione al SEO

Da adesso si parla di una nuova rubrica, molto importante per i blogger, i webmaster in generale e le aziende. Ma cominciamo prima di tutto a fare un pò di chiarezza sulla terminologia.

Premetto che tutte queste informazioni che vi sto dando gli “esperti SEO” o sedicenti tali (spesso non conoscono neanche loro tutti questi aspetti) se le fanno pagare fior di quattrini, ma io credo che la conoscenza deve essere gratuita, la prestazione no. Nel senso, se volete studiare il materiale deve essere a disposizione, e dovete essere liberi di poter studiare, se invece volete che un altro faccia questo lavoro, beh li ovviamente vi tocca pagare, e mi sembra giusto. Il tempo è denaro, ed io personalmente non guadagno mica facendo altri lavori se non quelli legati all’informatica ed all’elettronica. Però l’informazione deve essere gratuita e fruibile da tutti!!!
(altro…)