Categoria: Elettronica

Leave a reply

DIA Editor di Diagrammi

dia_logo

 

 

Dia è un programma per la creazione di diagrammi strutturati,
utile per la progettazione di schemi elettrici, circuiti booleani, diagrammi di rete,
mappe concettuali, modelli UML ed altri schemi.

(altro…)




1 Reply

DIA Editor di Diagrammi Howto

Come abbiamo spiegato nel precedente articolo, Dia non è un semplice editor di diagrammi.
Fortunatamente, la sua versatilità, non comporta particolari accorgimenti per l’installazione.

dia-kaos

Come si installa:

(altro…)




Leave a reply

[VIDEOTUTORIAL] All about your CPU

Precedentemente in un articolo avevo parlato delle architetture CISC e RISC, eccolo qui: https://www.freenixsecurity.net/it/2017/05/31/cisc-e-risc/

Dovete leggere quell’articolo prima di vedere il videotutorial altrimenti non capirete di cosa sto parlando
(altro…)




Leave a reply

CISC e RISC

In questo articolo voglio parlarvi di una branca delll’informatica che si mischia all’elettronica.

E’ molto interessante, e ci insegnerà a capire quindi la differenza delle varie microarchitetture hardware, questa branca si chiama appunto Architettura dei Sistemi Operativi, ed è anche una materia di studio all’università, generalmente poco considerata ed odiata dagli studenti, invece scopriremo che è proprio da qui che dobbiamo iniziare a capire come funziona l’hardware.
(altro…)




Leave a reply

Corrente Continua e Corrente Alternata

Spesso ci è capitato di sentire questi due termini ma magari non siamo mai entrati nello specifico per capire bene cosa sono.

Non mi dilungherò in formule assurde per spiegarvi cosa sono e come utilizzarle, ma con semplici esempi pratici come mi è solito fare per tutti gli argomenti tecnici che tratto.

La Corrente Alternata, detta anche AC (Alternating Current) è quella che proviene dalle nostre comuni prese a muro di corrente, ed è una corrente altamente instabile, e viaggia ad una frequenza non sempre costante, a differenza della Corrente Continua, detta anche DC (Direct Current).
(altro…)




Leave a reply

Differenze tra Elettronica ed Elettrotecnica

Per molta gente l’elettronica e l’elettrotecnica sono la stessa cosa, ma non è assolutamente così. Sono due campi che si occupano di cose completamente diverse tra loro.

In questo blog intendo trattare sia l’elettronica che l’elettrotecnica, quindi mi è sembrato doveroso specificare tali differenze in modo da non creare confusione tra le due materie.

In sintesi potremmo dire che l’elettronica si basa sulle basse tensioni, invece l’elettrotecnica sulle alte tensioni, quindi sulla 110v inglese, la 220v (che poi non è mai 220v, ma ci arriveremo), o sulla 380v industriale, generalmente utilizzata per alimentare grossi macchinari.

Quindi potremmo associare l’elettrotecnica alla produzione di alimentatori, inverter, impianti elettrici ed altro ancora, invece l’elettronica si occupa della produzione dei dispositivi che vengono alimentati dai suddetti elencati poco prima.

Nei prossimi articoli analizzeremo sia l’elettrotecnica con la costruzione di un banale impianto elettrico dotato di salvavita, di un alimentatore ed altro ancora… E ci spingeremo nei meandri dell’elettronica comune che troviamo nelle nostre case, magari riparando qualche componente e munendoci di formule abbastanza semplici per capire dov’è il guasto, se c’è dispersione di corrente e come arginare lo stesso.

Ricordiamo comunque che l’elettronica è una branca dell’elettrotecnica, e senza la seconda la prima non potrebbe mai esistere, altrimenti come alimentiamo i nostri dispositivi come smartphone, computer, ed altro ancora?

Personalmente sono un informatico, ma sono anche un appassionato di elettronica e mi avvalgo dell’esperienza di amici che masticano entrambe le materie (elettronica ed elettrotecnica) quotidianamente, in modo da non incorrere in errori banali.





Leave a reply

WiringPi – Come programmare la GPIO del Raspberry Pi in C, C++ e Bash

Un paio di anni fa ho scoperto questo bellissimo progetto, e per fortuna ancora aggiornato, in licenza GNU LGPLv3, il suo nome è WiringPi.

Non esistono binari di WiringPi, va compilato da sorgente, ma niente paura, è davvero semplicissimo.

Il progetto è interamente pubblicato su GitHub.

Sul sito consigliano prima di controllare se è già installata una versione di WiringPi, ma ne dubito, anche perchè non l’ho trovato integrato in nessuna distro.

Quindi digitiamo il comando:

$ gpio -v

Se il comando sopra citato vi da errore vuol dire che WiringPi non è installato, in caso contrario vi mostrerà la versione del programma e del vostro Raspberry Pi.

Se WiringPi è installato dobbiamo procedere alla sua rimozione, e dato che è installato sottoforma di pacchetto deb, digiteremo:
# apt-get purge wiringpi

Adesso passiamo al download ed alla compilazione dell’ultima versione di questa fantastica utility.

Installiamo prima le dipendenze, digitando:

# apt-get install git git-core

Poi posizioniamoci sulla home dell’utente o dove vi pare e digitiamo il comando:

$ git clone git://git.drogon.net/wiringPi

Perfetto, abbiamo copiato sul nostro Raspberry Pi l’intero repository del programma, adesso entriamo nella cartella appena creata, quindi wiringPi e compiliamolo digitando semplicemente il comando build, quindi scriveremo sul nostro terminale:

$ cd wiringPi ; ./build root

Una volta installato è possibile utilizzare a pieno le potenzialità di tale tool che ci permetterà di programmare la GPIO in linguaggi come BASH, C e C++.

Come abbiamo notato in precedenza, WiringPi riesce a determinare anche la Board che stiamo utilizzando (esistono svariate versioni del Raspberry Pi), e questo è fondamentale per non confonderci con i PIN che variano di versione in versione.

Come ben sappiamo, anzi, lo tratteremo successivamente, il Raspberry Pi ha una sua numerazione della GPIO, che non corrisponde assolutamente alla pin strip saldata sulla board, ma l’utility gpio ci permette di utilizzare una piedinatura standard grazie alla seguente opzione:

$ gpio -g

Questa “piccolezza” ci permette di non bruciare il SoC (System on a Chip) accidentalmente, mica male no?

Tutte le informazioni del progetto potete trovarle sul sito ufficiale: http://wiringpi.com/





Leave a reply

circuits.io – Simulatore di Arduino online

Ho trovato online questo bellissimo sito della Autodesk che ti permette di creare circuiti con Arduino, Breadboard e varie shield. Sono presenti anche numerosi lezioni di elettronica. E’ stupendo!!! Il tutto senza comprare l’Arduino.

Certo dopo aver provato questo sito ti vien voglia di comprare almeno l’Arduino Uno con lo Starter Kit, in modo da poter mettere in pratica dal vivo le lezioni studiate.

Mi complimento con il creatore del progetto. Molto, molto originale.

Ecco l’URL del progetto: https://circuits.io/