DNS e Indirizzo IP

Domain Name System è un sistema utilizzato per la risoluzione di nomi dei nodi della rete (host) in indirizzi IP e viceversa. (cit. Wikipedia). In parole povere essi si occupano di tradurre il nome di un dominio ad esempio www.networkbyandrew.altervista.org al corrispettivo indirizzo IP.

Prima dell’invenzione dei DNS per collegarsi a un host in rete, si doveva conoscere il suo indirizzo IP, ma con l’aumento dei dispositivi fu impossibile ricordarsi tutti gli indirizzi IP degli host a memoria, questo complicava l’accesso ad essi, cosi si pensò di facilitarne la memorizzazione, collegando ad ogni indirizzo IP un nome univoco (dominio).

Il nostro computer di base userà i DNS proposti dal nostro ISP (Internet Service Provider) l’azienda che ci fornisce il contratto per i servizi Internet. Volendo possiamo cambiare i DNS noi stessi, procedura che consiglio, sia per un guadagno di velocità di risoluzione dei domini, sia per accedere a una lista di siti web censurati, come ad esempio il vecchio The Pirate Bay.

I consiglio l’uso di DNS pubblici come ad esempio:

  • OpenDNS
  • OpenNIC
  • GoogleDNS

Solitamente i DNS pubblici fanno uso di due indirizzi IP: DNS PRIMARIO e DNS SECONDARIO, il dns secondario può servire in caso di mancato funzionamento del primario.

Passiamo ora all’indirizzo IP:

L’indirizzo IP è un’etichetta numerica che identifica univocamente un dispositivo detto host collegato a una rete informatica che utilizza l’Internet Protocol come protocollo di rete. (cit. WIKIPEDIA). E’ costituito da quattro serie di numeri che vanno da 0 a 255, un esempio: 192.168.1.1

Oggi esistono due formati di indirizzo IP, IPV4 e IPV6. Oggi utilizziamo il formato IPV4, ma negli anni si passerà al formato IPV6, che consentirà a molti più dispositivi ad avere un indirizzo IP.

Esistono due tipi di Indirizzo IP: locale e pubblico. L’indirizzo IP locale, viene assegnato dal nostro dispositivo di rete come può essere un modem o uno switch, e server per identificare il nostro dispositivo in una rete locale. L’indirizzo IP pubblico viene invece assegnato dall’ ISP, come abbiamo detto prima l’ente che ci offre il servizio internet, e serve per identificare il nostro dispositivo in rete, essi non posso essere modificati da noi, ma possiamo solo mascherarli…

Gli indirizzi IP pubblici si dividono in statici o dinamici, un indirizzo ip statico è sempre lo stesso, al contrario uno dinamico, cambia al riavvio del router, questo ovviamente dipende dal contratto stipulato con l’ISP.

Author: Flood3r

https://www.networkbyandrew.altervista.org
Sono un ragazzo di 17 anni, con la passione per tutto ciò che riguarda l’informatica. Ho avuto il mio primo pc a 6 anni, ed ho subito incominciato a smanettare.
Ora studio all ITIS e sono molto appassionato di reti di computer e di programmazione.
Email: flood3r@riseup.net