Inodes, dentries e page cache

Nell’articolo precedente abbiamo parlato degli inodes, senza menzionare il fatto che quando un file viene utilizzato dal sistema l’inode di quel determinato file viene memorizzato in RAM, occupandone quindi dello spazio.

Ecco l’articolo a cui faccio riferimento: https://www.freenixsecurity.net/it/2017/05/19/gli-inode/

Ed i dentries cosa sono?

I dentries sono praticamente la stessa cosa degli inodes solo che sono applicati alle directory.

E la page cache? Beh è abbastanza semplice ed intuibile.

E’ una cache allocata in RAM per quei programmi che vengono aperti, poi richiusi, e facilitano la riapertura veloce degli stessi proprio perchè ancora presenti in memoria.

Avete mai notato che se aprite un qualsiasi programma la prima volta ci mette un pò più di tempo rispetto a quando lo chiudete e lo riaprite una seconda volta? Bene questo è grazie alla page cache.

Author: davenull

Ho 28 anni (ad aprile 29) e vengo da Taranto (Puglia, Italia) e sono:

Sistemista/Programmatore Unix (Debian, OpenMediaVault, OpenWrt, FreeBSD, NetBSD, Lineage OS);

Prototipatore con Raspberry Pi.

Esperto di Sicurezza Informatica, scrivo exploit da poco piì di dieci anni, circa quindici;

Esperto di microarchitetture embedded, specialmente bcm63, ar7 ed armhf (6 e 7);

Fondamentalista del Free Software (Free as in Freedom)

Relatore ed organizzatore di svariati Linux Day a Taranto e a Francavilla Fontana (Brindisi);

Sistemista di svariate sale server che ora non vi sto ad elencare;

Co-Founder di JonixLUG: https://www.jonixlug.altervista.org

Founder di FreeNIX Security Labs: https://www.freenixsecurity.net

Collaboratore esterno dell’Associazione Fare Zero Makers: http://www.farezero.org